UN’ESPERIENZA CON UN VALORE AL DI LÀ DI TUTTO

Mi chiamo Farileandro Londoño, ho 26 anni e vengo dalla Colombia, anche se ho vissuto a lungo in Spagna. Direi che fin dalla mia prima esperienza universitaria Erasmus in Turchia ho cercato, più o meno regolarmente, di scoprire il maggior numero possibile di luoghi e di angoli del mondo. Questo, nel tentativo di uscire dalla mia zona di comfort, di conoscere meglio me stesso e le altre persone, di imparare e di scoprire quanto è bello e vasto il mondo in cui viviamo.

Appena ho visto l’opportunità di realizzare il progetto di Norcia, mi è sembrata una grande occasione, questa volta in Italia e con uno scopo sociale che in cui non mi ero ancora imbattuto. Ora che è finita e sono tornato a casa, la gente mi chiede “com’è stato?” e mi sono reso conto che la risposta è in realtà complicata perché diventa difficile esprimere tutto ciò che ho vissuto e imparato. In una società in cui il denaro tende a prevalere su ogni altro tipo di esperienza che può portare altri tipi di benefici, articolare esperienze come quella di Norcia in un modo che la tua cerchia di amici veda come qualcosa di utile si complica per un motivo o per l’altro. Se penso alle amicizie che ho creato, ai luoghi che ho visitato e alle conoscenze che ho acquisito a livello non formale, forse non saprei come astrarre tutto questo in un modo che sia abbastanza apprezzabile per un’altra persona che non l’ha vissuta con me. Secondo me, è qualcosa che va al di là di qualsiasi valore che qualcun altro può dare a ciò che io stesso ho vissuto. Questo a sua volta mi fa sentire tremendamente fortunato perché rende sempre più interessante il mio background e la storia della mia vita.

Allo stesso modo, ogni esperienza di questo tipo è indubbiamente affascinante in termini di cultura e di crescita personale. In questo caso, potrei dire che grazie al progetto ho rafforzato la fiducia in me stesso interagendo in una nuova lingua, che mi ha anche aiutato a dimostrare e a migliorare me stesso. È stato anche molto utile per lavorare su valori come l’empatia e la solidarietà, nella misura in cui i sentimenti e le percezioni degli altri sono costantemente presi in considerazione, sia di chi ti circonda sia della popolazione locale con cui vivi. Questi ultimi ancora di più se consideriamo che sono anche al superare le conseguenze di un evento così catastrofico come un terremoto.

Alla fine ti rendi conto che tutti hanno delle capacità o delle esperienze da condividere, che possono essere date o ricevute in modi o luoghi inaspettati. La vita mi ha insegnato che possiamo imparare così tanto l’uno dall’altro solo ascoltandoci (oltre a conoscere altre persone più profondamente e a formare legami più autentici).

In breve, sono stati due mesi intensi e meravigliosi, che mi hanno aiutato a portare a casa molto più di quanto avrei potuto immaginare, sentendomi grato per l’opportunità e incoraggiandomi a continuare su questa strada.

Grazie!

CHANGE YOUR LIFE TODAY!

GET INVOLVED