COME RIASSUMERE IL MIO VOLONTARIATO IN UNA FOTO? LA STORIA DI FEDERICO

Federico ha preso parte al progetto dei Corpi Europei di Solidarietà coordinato e ospitato da Associazione Kora, da Luglio 2019 a Marzo 2020. Federico ha preso parte a molte attività, come la gestione dei progetti di mobilità, il supporto a Norcia con i volontari short term, ma anche attività in fattoria, legate alla permacultura e alla bioedilizia.

Questa è la sua storia!

Come si riassumono nove mesi di vita in una sola foto? In pochi paragrafi?  Se non riesco nemmeno a spiegare a me stesso il vulcano di sensazioni che questa avventura ha significato, questi mesi nello stivale, come posso esprimerlo affinché gli altri lo capiscano?

Cosa ho fatto finora? Forse sarebbe più pertinente chiedere cosa non ho fatto. Il mio obiettivo nella scelta di un volontario europeo per la gestione di progetti non era altro che quello di imparare a sviluppare progetti di mobilità giovanile dall’inizio alla fine. Cercavo l’opportunità di scrivere i miei progetti, di ribaltare le idee che mi sono venute in mente da tempo e di capire se l’obiettivo che mi ero prefissato tempo fa di creare un’associazione per dedicarmi a questo mondo del volontariato fosse davvero realizzabile. Ho immaginato molte ore di lavoro davanti a un computer a scrivere, a compilare scartoffie, a gestire la burocrazia interna di un’associazione. E naturalmente tutto ciò è successo… ma non solo.

Facilitare scambi giovanile. Avere l’opportunità di scrivere i miei primi progetti. Capire come gestire un’associazione a tutti i livelli. Continuare a migliorare le mie competenze audiovisive. Collaborare all’organizzazione di festival. Lavorare con i bambini, con gli anziani, con le persone con disabilità. Insegnare lo spagnolo. Migliorare il mio italiano. Saperne di più su temi come la permacultura, l’ecocostruzione o il consumo responsabile.

Applicare queste conoscenze per contribuire a costruire una comunità eco-sostenibile dalle fondamenta. Diventare esperti nell’arte di fare una vera pasta con aglio e olio. Anche partecipare alle feste tradizionali in un piccolo paesino sperduto in mezzo alle montagne e accendere la fiaccola di San Benedetto per iniziare, come ogni anno, il suo percorso verso qualche città europea. E fare amicizia, fratelli, sorelle. Tutto questo e molto, molto di più è successo.

È successo? Ho davvero vissuto tutto questo oppure ho sognato per mesi? Boh…

Come si riassumono nove mesi di vita in una sola foto? Magari con i sorrisi. I loro e i miei sorrisi.  Quelli che nessuno cancellerà mai dalla mia memoria.

CHANGE YOUR LIFE TODAY!

GET INVOLVED