UNO SCAMBIO CONTINUO DI IDEE E SAPERE

Ciao, sono Veronica e ho 24 anni (25 tra poche settimane! ). Sono abruzzese DOC ma da almeno 5 anni cerco spesso di evadere dal mio paesino sul mare per scoprire cosa c’è intorno a me.

Ho sempre viaggiato low cost, per ovvi motivi: studentessa pendolare e disoccupata, ma questa è un’altra storia!

Oggi vi vorrei raccontare la mia esperienza con i progetti di volontariato europeo perché ora mi trovo proprio in Germania a fare il mio terzo ESC (Corpo Europeo di Solidarietà).

Tutto inizia nel novembre 2019, quando ho scoperto il magico mondo Erasmus+. Da lì ho partecipato a vari progetti offerti dall’Unione Europea dai temi più svariati: sulla leadership, sulla comunità rumena in Europa o aiutare città colpite dal terremoto. 

Tutte queste esperienze mi hanno fatto crescere, viaggiare o semplicemente vivere in un altro paese per un po’ di tempo.

Ho partecipato già a due ESC volunteering team, che sono progetti di volontariato europeo a breve termine. Il primo in Germania a Magdeburg (due ore da Berlino) sulla creazione di workshop creativi per la multigenerational house, lavori manuali ecc che però è stato interrotto bruscamente dal covid.

L’altro invece è stato proprio con Kora, due mesi in Umbria, dove, tra Passignano e Norcia abbiamo aiutato la comunità locale a riprendersi dopo il terremoto, creato video interviste, ritratti, gestito le pagine social e tanto altro!

Invece ora sto partecipando ad un ESC sempre in Germania, stessa città ma long term quindi sarò quì per un anno e sto aiutando il centro giovanile con le attività per i gruppi internazionali e nazionali, gestisco le pagine social, attività manuali, home-office, aiuto a gestire la piattaforma Sachsen-Anhalt region of learning e tanto altro!

Bene, avendo fatto altre esperienze del genere mi è venuto naturale fare dei paragoni tra i vari progetti. Nei volunteering team partecipano di solito dalle 15 alle 20 persone, ragazz* da tutta Europa e nel mio primo caso c’erano anche ragazz* dalla Bielorussia, Algeria, Turchia e Ucraina. Sei sempre circondat* da qualcuno, c’è sempre qualcosa da fare in cucina e negli spazi comuni, feste e meeting non mancano mai e c’è uno scambio continuo di idee e sapere. Quindi, per me, la parte centrale di questo tipo di ESC sono state le persone, ho incontrato tanti ragazzi e ragazze con i quali ancora oggi tengo stretti contatti, tutti i giorni o saltuariamente, con videochiamate eterne, facciamo yoga o leggiamo libri insieme, ci scambiamo ricette o ce le insegniamo a vicenda con Skype ecc ecc. Riescono a rendermi felice anche solo con un messaggio 🙂

Quando sono arrivata in Germania per il mio terzo ESC, questa volta long term, avevo grandi aspettative ed ho realizzato il mio sogno di vivere in Germania per un lungo periodo. Quindi ho iniziato a lavorare e Ottobre è stato un mese pieno di attività e viaggi organizzati dal centro giovanile, quindi è stato abbastanza produttivo e motivante. Ma con le restrizioni che mese dopo mese diventavano sempre più dure la mia stanza è diventata il mio nuovo ufficio e pian piano è stato sempre più raro vedere i colleghi o gli altri volontari con i quali avevo stretto un bel rapporto. Non nascondo che ho sofferto molto di solitudine ed avrei preferito essere circondata da altre 19 persone 24h su 24 invece di restare in casa con i miei due coinquilini. Questo mi dà molta motivazione, mi fa stare bene… le persone mi fanno stare bene! Soprattutto se si tratta di un contesto interculturale!

Ma non mi lamento, è una situazione completamente diversa questa: un volontariato long term ti fa sperimentare com’è veramente vivere all’estero, ti fa immergere nella cultura e negli usi di quel posto, ti fa riflettere e lavorare su te stess*, ti fa prendere responsabilità che non pensavi di riuscire a tenere, ti fa crescere, ti aiuta ad inserirti in un contesto lavorativo, ti mette di fronte a situazioni che devi affrontare da sol* ed è un’esperienza unica perché non potrai più farne altri!

Spero il concetto si sia capito, qualora si parli di short o long term se sei stuf* della routine, se vuoi vivere all’estero o semplicemente cambiare la tua vita: fallo!!! Non pensarci troppo, manda quella application e prepara la valigia che sono sicura non te ne pentirai!

Share This Post!

CHANGE YOUR LIFE TODAY!

GET INVOLVED